Il Branco Sporting Club Il Branco Sporting Club CHI SIAMO | DOVE SIAMO | CONTATTI     seguici su Facebook

a.s.d. affiliata CSEN
N E W S

14/01/2017
Corso Tecnico di Agility


04/02/2017
Stage Disc Dog
con Riccardo Vignali

Home > Attività: Sport
Sport
Lo sport ha occupato da sempre un ruolo fondamentale nella vita dell'uomo.
Basti pensare che le prime olimpiadi nacquero in Grecia nel 776 a.c.
Si è sempre ritenuto che la pratica sportiva avesse il compito di irrobustire il corpo ma che inoltre avesse effetti benefici sulla mente.
Solo da pochi anni però lo sport si è fatto spazio anche nel mondo della cinofilia. Se l'attività fisica, infatti, rafforza la mente e il corpo dell'uomo, allo stesso modo migliora la salute psicofisica dei nostri amici a 4 zampe. Selezionati dall'uomo da anni per essere compagni fedeli di lavoro, oggi i nostri cani sono sempre più spesso costretti dai nostri impegni a una vita sedentaria, ancora più spesso in sovrappeso, poco a contatto con la natura, hanno sempre meno tempo per dare sfogo alle proprie esigenze e manifestare le proprie attitudini per cui sono stati selezionati.

Il Branco Sporting Club porta in Campania dieci sport cinofili con un triplice scopo:
1) migliorare l'assetto fisico dei nostri cani;
2) soddisfare le loro necessità;
3) rafforzare il rapporto tra conduttore e cane.




   Agility

L'Agility è uno sport che consiste nel condurre il proprio cane lungo un percorso composto da ostacoli, in un tempo massimo predeterminato. Il conduttore corre con il cane, indicando la direzione da seguire, gli ostacoli da superare e ne controlla la velocità in modo da terminare entro il tempo prestabilito. Per fare questo può usare la voce, i gesti, lo spostamento del corpo.
I percorsi sono stabiliti dal giudice prima di ogni gara e non sono mai uguali, possono presentare difficoltà di superamento più o meno grandi a seconda del brevetto-livello.

CLASSI
Le classi si dividono in:
  • Debuttanti
  • 1º Brevetto/Livello
  • 2º Brevetto/ Livello, gare tecnicamente più difficili, riservate a concorrenti più esperti, che già ottenuto il "Brevetto di Agility".
Dopo aver ottenuto tre podi nel 2º brevetto con percorso netto , si può accedere al 3º Brevetto, la categoria più difficile che permette di accedere alla selezione per la squadra Nazionale ed al Campionato Italiano di Agility .

Esistono poi prove particolari non ufficiali ( masters, open, gamblers, K.O., staffette ) che , pur non utili ai passaggi di grado , vengono a volte inserite come giochi o giri extra alla fine delle gare ufficiali per il divertimento di cani e padroni.

CATEGORIE
L'Agility si divide anche in tre categorie a seconda delle taglie dei cani:
  • categoria Small per i cani alti fino a 35 cm al garrese
  • categoria Medium per cani alti al garrese da 35 a 43 cm.
  • categoria Large per i cani alti più di 43 cm al garrese.
Per ogni categoria varia l'altezza delle asticelle, dei salti e degli ostacoli che vengono adattati.
Torna su
   Nuoto

Gli Sport Acquatici Cinofili - S.A.C. hanno il duplice scopo di favorire il divertimento e lo sviluppo delle naturali doti acquatiche.
I SAC sono aperti a tutti i cani di razza e non, dai dodici mesi in su, purché in buona salute e amanti dell'acqua.
Per quanto suddivisi in classi Elite e Open, il comune denominatore deve essere il divertimento per il binomio partecipante.
Cane e conduttore devono collaborare nel pieno rispetto delle caratteristiche del cane e del suo livello di allenamento.
In particolare nelle competizioni agonistiche dei SAC verranno premiati e lodati quei conduttori che dimostrano gioia e divertimento nel collaborare con il loro cane.
Verranno in particolare incentivati quei cani che dimostrano un'elevata acquaticità.
A livello esclusivamente cinofilo, i SAC si prefiggono gli obiettivi di insegnare a cane e conduttore a nuotare insieme in acque libere o interne, di nuotare in presenza di altri cani prestando attenzione al proprio conduttore, insegnare ai cani a tuffarsi, riportare e consegnare oggetti.

CATEGORIE E TIPOLOGIE DI GARE
  • CLASSE OPEN
    E' aperta a tutti i cani di età superiore ai 12 mesi che non abbiano problemi fisici e che siano amanti dell'acqua, indipendentemente dalla loro esperienza nel nuoto.
    Fondamentale è che non vengano forzati nello svolgimento dell'attività in acqua.
    Nello svolgimento delle prove è permesso l'aiuto di un assistente per la gestione del cane.
    Small (fino a 35 cm al garrese)
    Medium (da 35 a 45 cm al garrese)
    Large (da 45 a 60 cm al garrese)
    Extra large (oltre i 60 cm al garrese)
  • CLASSE ELITE
    E' aperta a tutti i cani esperti nel nuoto e nel riporto, di età superiore ai 12 mesi, in buona salute fisica e che siano in grado di seguire gli ordini impartiti dal conduttore.
    Nello svolgimento delle prove non è ammesso l'aiuto di un assistente e il cane deve essere sotto il controllo del conduttore.
    Small (fino a 35 cm al garrese)
    Medium (da 35 a 45 cm al garrese)
    Large (da 45 a 60 cm al garrese)
    Extra large (oltre i 60 cm al garrese)
Torna su
   Splash Dog

Lo Splash Dog si divide in due prove: DISTANZA e FREESTYLE, nelle quali vince chi si tuffa più lontano o chi ha uno stile migliore.

LE PROVE:
  • DISTANZA
    Viene valutata la distanza percorsa dal cane dal punto in cui si stacca dal bordo vasca al punto di ingresso in acqua, identificato dal momento in cui entra in contatto con l'acqua l'ultima zampa posteriore. La misurazione verrà effettuata ponendo una barra millimetrata lungo il bordo della vasca.
    Classifica: la classifica viene stilata in base alla lunghezza del tuffo. In caso di parità di lunghezza si procede allo spareggio 1º e 2º posto e 3º e 4º posto
  • FREESTYLE
    Viene valutato lo stile del tuffo con particolare riferimento ai seguenti parametri:
    - Rincorsa
    - Ingresso in acqua
    - Stile
    - Desiderio di tuffarsi
    Ciascun parametro viene valutato con un punteggio da 0 a 10.
    Classifica: la classifica viene stilata in base al punteggio di valutazione del tuffo. In caso di parità di punteggio si procede allo spareggio 1º e 2º posto e 3º e 4º posto
Torna su
   Disc Dog

Il Disc Dog è una disciplina da praticare all'aria aperta e col solo ausilio di un frisbee e di un grande prato a disposizione; adatta a tutti i cani a partire dai 15 mesi con una perfetta forma fisica.

E' un'attività divertente, eccitante e perfetta per mantenersi in forma insieme al proprio cane. Il disco da utilizzare deve essere più piccolo, morbido e flessibile rispetto a quelli comuni. L'armonia col padrone è fondamentale. I livelli di incitazione e divertimento che si riescono a trasmettere al cane sono elementi importanti per rendere il gioco stimolante e avvincente.

Il Disc Dog è uno sport molto popolare in Italia, come del resto in tutta Europa e in America, il vero paese d'origine, dove si sviluppa nei primi anni Settanta parallelamente alla crescita della popolarità statunitense del frisbee. Tra le specialità più importanti ci sono il Distance-Accurancy, il Dartbee, l'Extreme distance, ma la più conosciuta e spettacolare è decisamente il Freestyle.
Torna su
   Obedience

L'Obedience è uno sport aperto a tutti i cani di età superiore ai 12 mesi iscritti al Libro Genealogico del cane di razza o a un Libro delle Origini riconosciuto dalla FCI (Federazione Cinofila Internazionale).

Questa attività si basa su vari esercizi di obbedienza per accrescere l'autocontrollo e l'attenzione attraverso la massima esaltazione del rapporto comunicativo e di fiducia tra cane e padrone, anche quando questi siano distanti l'uno dall'altro. I comandi base sono infatti: 'resta', 'seduto' e 'a terra', 'condotta' con e senza guinzaglio, esercizi di 'invio' e di 'riporto', 'discriminazione olfattiva' e 'controllo a distanza'; si può svolgere all'aria aperta e ha come scopo la valutazione delle doti del cane e della sua capacità di recepire l'addestramento e di inserirsi nella vita sociale.

Il Regolamento italiano prevede quattro Classi, dalla "Debuttanti" alla "Classe 3", che costituiscono la crescente fiducia del cane nei confronti di se stesso e del padrone, una maggiore consapevolezza delle proprie capacità motorie e di concentrazione.
Torna su
   Rally Obedience

La Rally Obedience è una disciplina sportiva aperta a tutti i cani meticci e non, finalizzata a favorire una corretta relazione tra cane e conduttore, basata sulla reciproca fiducia, sul rispetto e sulla collaborazione, coltivando la pratica sportiva e le relazioni sociali.

Consiste in una serie di esercizi di obbedienza sotto forma di percorso a tappe durante le quali il binomio esegue l'esercizio descritto dalla tappa (cartello); andando avanti con i diversi livelli, il percorso e gli esercizi saranno gradualmente più difficili.

Possono partecipare cani di età superiore o uguale ai 6 mesi. La gara, di qualunque grado, non è una gara a tempo; ciò che conta per il giudizio e la classifica finale è l'affiatamento dimostrato e il punteggio ottenuto. Il tempo è una variabile significativa solo ed esclusivamente per quanto concerne la parità di punteggio ottenuto, il binomio con il tempo inferiore risulterà vincente rispetto agli altri.
Torna su
   Riporto Sportivo (Retrieving)

Il Riporto Sportivo o Retrieving è l'insieme delle prove di riporto riservate alle razze da caccia appositamente selezionate per tale funzione. Le prove di lavoro simulano il reale utilizzo dei cani nelle battute di caccia e mirano, con un adeguato addestramento, a mettere in luce le attitudini naturali e a consentire il controllo dell'istinto predatorio, essenziale nella ricerca del selvatico abbattuto.

Insegnare ai propri amici a quattro zampe a riportare oggetti è inoltre un esercizio utile e adatto a cani di qualsiasi razza. Infatti, questo tipo di attività stimola gli istinti naturali del cane: la predazione, il desiderio di rincorrere cose in movimento, il cacciare. Permette, al tempo stesso, di condurre e condividere il "gioco", mantenendo comunque uno stato di controllo della situazione e veicolando l'iniziativa del cane (steadiness).
Torna su
   Ricerca Sportiva e Nosework

Tra le attività cinofile svolte nel club ce n'è una, la ricerca sportiva, che permette di sfruttare al meglio una dote speciale del nostro amico a quattro zampe: l'olfatto. Il percorso sportivo e/o ludico è rivolto a tutti coloro che amano le attività all'aria aperta, in mezzo alla natura, in scenari sempre più variegati e che abbiano il desiderio di condividere un'esperienza davvero particolare con il proprio cane.

Nelle prime sessioni del corso, come per tutte le nostre altre attività, il lavoro viene impostato sotto forma di gioco, senza nessuna forzatura: il conduttore dovrà nascondersi e il cane si divertirà a cercarlo. Solo nelle fasi successive, e solo quando il cane avrà dimostrato di aver capito lo scopo del suo "lavoro", si procederà alla ricerca di persone diverse dal proprietario (figuranti), oppure anche nell'individuazione di oggetti precedentemente nascosti e/o chiamati per nome (discriminazione olfattiva). E' importante sapere che quando si lavora con il cane in questo campo è necessario rispettare le sue tempistiche che sono diverse da quelle dell'uomo che vuole tutto e subito. E' indispensabile avere pazienza e capire che quando il cane inizia la ricerca olfattiva, desensibilizza un po' gli altri sensi in quanto potrebbero essere motivo di distrazione. La ricerca olfattiva è molto appagante e stimolante per il cane.
Torna su
   Dog Dance

La Dogdance nasce intorno agli anni Ottanta in Canada dove alcuni cinofili che praticavano la disciplina sportiva dell'Obedience pensarono di utilizzare un sottofondo musicale mentre si allenavano con i loro cani. Questo accorgimento arricchì le prove di Obedience le quali risultarono molto più apprezzate. La Dogdance perciò trae le sue origini dall'unione tra la disciplina dell'Obedience e la musica. Successivamente, visto il successo che otteneva questa variante soprattutto nel pubblico che assisteva, si cominciò a sviluppare un lavoro più articolato e si cominciarono a vedere le prime dimostrazioni di questa nuova disciplina.
L'ufficialità arrivò nel 1984 quando venne fondata la più importante associazione americana, la W.C.F.O. (World Canine Freestyle Organization). In seguito, questa disciplina sportiva ha cominciato ad espandersi ed è arrivata anche in Europa nei primi anni '90. La prima nazione è stata l'Inghilterra e poi la Germania, l'Olanda, la Svizzera, ecc. e infine l'Italia.

La Dogdance consiste nel far eseguire al cane esercizi e figure a tempo di musica, con l'obiettivo di mostrare il cane e il conduttore in un programma musicale creativo, innovativo, originale, usando la musica e movimenti complessi che mettano in evidenza il lavoro di squadra, artistico, scenografico, atletico, e lo stile di interpretazione del tema musicale.
Non è indispensabile che il conduttore sia un ballerino, conosca o esegua passi di danza, nella dogdance la "STAR" principale è il cane, e il motivo musicale e la struttura della coreografia vengono costruiti per valorizzare il suo temperamento e le sue particolari caratteristiche.

La Dogdance si suddivide in due categorie sportive: Freestyle e Heelwork to music.
  • La categoria Freestyle, come dice il termine stesso, è una prova sportiva che prevede uno schema libero, originale, creativo, senza figure e movimenti obbligatori all'interno del ring (luogo denominato per questa disciplina).
  • La categoria Heelwork to music, è una prova sportiva che unisce l'obedience non standard e l'arte del dressage. Le figure e i movimenti sono maggiormente legati alle condotte nelle varie direzioni e posizioni e all'interno del ring ci sono dei movimenti obbligatori.
Torna su
   Mantrailing

Torna su
Il Branco a.s.d. - via Camillo Guerra 62 - 80145 Napoli
P. IVA 07805241218 email: ilbranco2014@gmail.com
© Copyright 2016 Il Branco a.s.d.
Sponsored by